• Redazione

Patrimonio e Territorio: "La Pelarina" di Goldoni torna al Teatro de La Sena di Feltre

Un processo attivato nell’ambito di “Nuovi Scenari”, il progetto di recupero dell’antico Teatro di Feltre, e delle tradizioni culturali e musicali.


Il 30 agosto, è andata in scena una produzione musical-teatrale strettamente legata al Teatro de La Sena: La Pelarina, infatti, debuttò proprio qui nel 1730. Ma non è solo il luogo del debutto ad essere importante, lo è anche l'autore: un giovane Carlo Goldoni. A raccontare questo debutto speciale, lo storyteller Luca Scarlini, con con Anna De Franceschi (nel ruolo di Pelarina), Pino Costalunga (nel ruolo di Tascadoro) e con il Maestro Riccardo Favero al clavicembalo.

La Pelarina, è un intermezzo in musica, richiesto a Goldoni da una compagnia feltrina come intermezzo, appunto, da inserire in alcune recite di opere metastasiane. La vicenda è quella tipica dei brevi intermezzi comici: Pelarina, cantatrice, è istigata dalla madre Volpiciona, a derubare il ricco e sventato Tascadoro e a migliorare così la propria posizione economica e sociale.

Una brevissima sinossi, che già contiene tutti gli elementi del genere: una trama semplice, personaggi-archetipo dai nomi “parlanti”, l’ascesa socio-economica di una donna del popolo (si pensi alla ben più nota, ma di tre anni successiva, Serva padrona di Pergolesi), astuzie e arguzie chiarissime al pubblico ma ignorate dagli ingenui personaggi, e una sottile parodia del mondo teatrale contemporaneo all’autore, in particolare delle dive virtuose del teatro.

Ma quale fu il destino di questo intermezzo? Come fu accolto dal pubblico? Perché, a differenza di altri, non andò perduto, essendo il Goldoni, per sua stessa ammissione, poco attento alle “cose sue”? A queste ed altre domande ha risposto il racconto andato in scena a Feltre.


Per “Nuovi Scenari”, il progetto di recupero dell’antico Teatro di Feltre, e delle tradizioni culturali e musicali che vi trovavano casa e sviluppo, l'Accademia di Musica Antica di Feltre ha dunque attivato un percorso formativo e di conoscenza della musica antica tra XVII e XVIII secolo, e di opere particolarmente rappresentative dell’epoca.

A conclusione del processo formativo si sono tenuti un concerto inaugurale della Terza Accademia di Musica Antica di Feltre, presso il teatro de la Sena il 22 luglio; e, alla Galleria d'arte moderna "Carlo Rizzarda" il 25 luglio, un aperitivo musicale con prove pubbliche e un'esecuzione musicale nel cortiletto interno.


[Azione A1: creazione di spettacoli / eventi / processi di valorizzazione del territorio]