• Redazione

"Erano come foglie": raccontare la Storia attraverso la comunità

Un processo creativo che coinvolge la comunità artistica e i cittadini nel racconto dei fatti accaduti in Viale dei Martiri a Bassano del Grappa esattamente 75 anni fa: tra racconti, voci e musica.

"Sono ancora lì, identici a come erano settantacinque anni fa. E hanno esattamente la stessa forma di allora: il tronco sottile, la cupola verde sagomata con cura. Sono i diciotto lecci di Viale XX Settembre, a Bassano del Grappa, ai quali il 26 settembre del 1944 i nazifascisti hanno impiccato dodici partigiani. I diciotto alberi di Viale dei Martiri – come è stata ribattezzata la strada dopo la guerra – sono i protagonisti di 'Erano come foglie'."


Inizia così il testo che Guido Barbieri, storica voce Rai ma anche scrittore e docente di Storia della Musica, scrive per le note di regia dell'evento del 28 luglio, intitolato appunto "Erano come Foglie". Ed è così che si è aperto l'incontro con oltre venti cittadini bassanesi che il 29 maggio hanno ascoltato i primissimi testi redatti da Guido ed hanno dato la loro disponibilità a prestare la loro voce al progetto.

Nove sarebbero state le storie narrate, in prima persona: una sorta di biografia ricostruita, per una narrazione allo stesso tempo personale, corale e comunitaria. Le storie dei singoli diventano Storia, e - in particolare - diventano la storia della comunità attraverso le voci di cittadini che quella Storia l'hanno studiata sui libri.

Un mese dopo, iniziano le registrazioni: ogni lettore legge due o tre testi diversi. Il perché è presto detto: ogni racconto non avrà una sola voce, ma più di una, per rendere ancora più collettiva la storia personale narrata.

La conclusione del processo prevedeva la realizzazione di un'installazione sonora, dove gli alberi del Viale sarebbero stati trasformati in tappe di un percorso della memoria, da cui sarebbero uscite le voci dei cittadini pre-registrate. Accanto alle parole, la musica dei Maestri del Campus delle Arti (un campus formativo per giovani musicisti) avrebbe accompagnato il percorso della comunità presente all'evento.


Un mese dopo, ultimato l'editing dei numerosissimi audio, il maltempo ha costretto la regia a rivedere l'idea iniziale: non sarebbe stato possibile - a causa della forte pioggia - portare l'evento in Viale dei Martiri.

Modificando quindi lo svolgimento, l'evento è trasferito nella Chiesa di S.Maria in Colle. Ed è proprio per queste modifiche che nove dei Lettori si sono resi disponibili per leggere live un testo ciascuno (più un prologo corale), a dimostrazione di come avessero ormai fatto proprie ciascuna di quelle storie.


Questo imprevisto ha dato luogo ad un evento commovente dove i testi scritti sono stati interpretati da lettori e musicisti posizionati lungo tutto il perimetro interno della chiesa; valorizzandone cappelle e altari. La solennità, sacralità e il rispetto di questa opera inedita ha coinvolto circa 300 spettatori, oltre ad alcuni gruppi di persone, che pur di non perdere questo momento, nonostante lo spettacolo fosse sold out, hanno deciso di rimanere fuori dalle porte dalla chiesa, ad ascoltare le parole e la musica che rievocavano un momento fondamentale per la storia della città.

[Azione A1: creazione di spettacoli / eventi / processi di valorizzazione del territorio]

Post recenti

Mostra tutti
Comunità Cultura Patrimonio

Un progetto sostenuto da Fondazione Cariverona, bando "Valore e Territori", che coinvolge una rete di Comuni e istituzioni, impegnati  nello sviluppo, attraverso iniziative culturali, di nuove risposte alla crescente esclusione dall'offerta culturale. 

Ref. Organizzativa di Progetto:
Angelica Basso
a.basso@comune.bassano.vi.it
+39 0424.519806


Ref. Comunicazione di Progetto
Greta Pieropan
g.pieropan@comune.bassano.vi.it 
+39 0424.519803

Seguici sui social!
  • Facebook
  • Instagram

© 2019 by Progetto Comunità Cultura Patrimonio. Proudly created by GP with Wix.comTerms of Use  |   Privacy Policy